lunedì 15 giugno 2009

Sticco (Gfe): "Costruire l'Europa dei Cittadini"

POLITICA Caserta – La sconfitta subita dalla sinistra europea deve costituire motivo di attenta riflessione. E' forse giunto il momento di chiedersi il perché dal 1979 ad oggi, sebbene il Parlamento Europeo abbia visto di molto accrescere i suoi poteri, la percentuale dei votanti è in continuo calo e di certo, la politica non fa nulla per porre un argine a questa deriva astensionistica, anzi, paradossalmente, contribuisce in misura decisiva nell'allontanare i cittadini dall'Istituzione Europa. Se solo agli elettori fosse data la possibilità di scegliere tra programmi alternativi di governo e tra diversi candidati alla guida della Commissione Europea, probabilmente oggi ci ritroveremmo a commentare un risultato diverso. In questo scenario, il 26,1 % conseguito dal Partito Democratico, può ritenersi, a mio avviso, appena sufficiente. Non nascondo altresì il mio rammarico per una campagna elettorale che non ha avuto l'Europa ed i suoi temi al centro dell'agenda politica nonché per la totale assenza dei giovani dal dibattito sul futuro dell'Europa. Del resto, l'Europa rappresenta il Futuro ed il Futuro appartiene anche ai Giovani.Ritengo altresì che la nascita del gruppo ASDE che a Strasburgo riunirà socialisti e democratici italiani, costituisce un primo importante passo per la costruzione di quel campo democratico e riformista in Europa necessario per fare fronte con successo alle sfide che la globalizzazione pone alla società in cui viviamo. Tuttavia, solo se l'Alleanza dei Socialisti e dei Democratici sarà in grado di darsi un'anima, ovvero, una piattaforma programmatica ed una classe dirigente adeguata, potrà fornire risposte sovranazionali a questioni quali quelle economiche, ambientali, energetiche, di sicurezza e dei conflitti internazionali. Concludo esprimendo la mia soddisfazione per la rielezione al Parlamento Europeo dell'amico Gianni Pittella: il suo risultato elettorale (136.934 preferenze) è la prova che i cittadini sono osservatori attenti che premiano il merito. Fonte : comunicato stampa

0 commenti: